Romano Cagnoni

BIAFRA, 1968 © FONDAZIONE ROMANO CAGNONI

Romano Cagnoni, grande fotogiornalista italiano scomparso nel 2018 a 82 anni, è stato sempre attivo sul panorama internazionale. Questa fotografia, scattata in Biafra nel 1968, è parte di un toccante quanto potente servizio fotografico su un luogo del mondo piagato da conflitto, denutrizione, dolore. All’epoca il tema non era alla ribalta, non essendovi forti interessi politici o economici, ma Cagnoni persevera e riesce ad attrarre l’attenzione. Le sue fotografie del Biafra saranno pubblicate su testate tra cui Life, e otterranno importanti premi e riconoscimenti. La fotografia mostra il reclutamento di 150 soldati di etnia Igbo, una massa priva di individualità destinata al combattimento e al sacrificio.
Romano Cagnoni crede nella fotografia come “documento umano di impatto visivo”, e fin dalla Guerra del Vietnam ha raccontato la Storia attraverso le vicende e i sentimenti umani con onestà intellettuale e rispetto, cercando una prospettiva personale.

Scroll to Top