Giorgio Lotti

ALLUVIONE A FIRENZE, 4 NOVEMBRE 1966

Giorgio Lotti nasce a Milano nel 1937 e inizia la carriera fotografica nel 1957 come free lance per diversi giornali e settimanali. La sua carriera è legata alla rivista Epoca , per la quale scatterà dal 1964 al 1997.
Questa fotografia, Alluvione di Firenze, 4 novembre 1966, rappresenta una documentazione di uno degli eventi meteorologici più catastrofici della storia italiana: il fiume Arno straripa e l’acqua in alcuni punti della città toccherà i sei metri di altezza.
Come in una scena dantesca, una vecchia barca di legno attraversa le vie sommerse di Firenze: a bordo, una elegante signora posa il suo sguardo incredulo sul fiume che invade la città. Dall’acqua limacciosa emerge il tetto di un’automobile bianca, un’altra sI scorge appena dietro. In piedi, un uomo corpulento con il giubbino imbrattato dal fango, manovra la barca con un lungo palo; sotto i suoi piedi una rudimentale scala di legno, la stessa che è servita per mettere in salvo la signora che sta trasportando. Sulla destra in alto, la luce del cielo riflessa sull’acqua ci porta ad intravedere il resto della città sommersa, assieme ai suoi tesori d’arte.

Scroll to Top