Mauro Galligani

UNIONE SOVIETICA – LENINGRADO ERMITAGE, 1987

Nato in provincia di Siena nel 1940, è uno dei fotogiornalisti più importanti del nostro dopoguerra, avendo collaborato con importanti testate tra cui Epoca. Tra i tanti servizi realizzati in giro per il mondo, ha fotografato i simboli dell’Unione Sovietica, i cambiamenti e le sue macerie prima e dopo della caduta del Muro di Berlino.
Con questa fotografia, scattata nel 1987 a Leningrado (ora San Pietroburgo), ci porta nei saloni dell’Ermitage, dimostrandoci la sua capacità di narrare anche di fronte alla semplice quotidianità.
L’immagine mostra una bimba tranquillamente addormentata sopra un sontuoso divanetto in oro e velluto rosso, eredità dell’ormai lontano passato zarista, mentre un’altra persona volge lo sguardo fuori dell’inquadratura, probabilmente attenta alle parole di una guida.
La bambina, incurante della storia che la circonda, sembra sognare, forse persa in quel lontano paese rappresentato nel quadro che è sopra di lei: una Venezia dipinta da Canaletto che, in un dorato riflesso di luce del salone, appare ancora più irreale e magica.

Scroll to Top