Giovanni Chiaramonte

WESTWARDS

Già negli Anni ʼ70 Giovanni Chiaramonte studia l’opera di vari fotografi, sui quali scriverà approfonditi saggi, ed ha modo di conoscere e lavorare con molti autori che contribuiranno a far nascere un nuovo sguardo nella fotografia, tra cui Luigi Ghirri, Paolo Monti, Arturo Carlo Quintavalle.
Nelle sue opere forte è la ricerca del rapporto tra i luoghi e il destino verso il quale muove l’esistenza umana. Il lavoro Westwards, di cui fa parte questa fotografia, nasce nel 1992 durante un viaggio tra California, Arizona e Florida, e sarà pubblicato nel 1996 con la prefazione di Joel Meyerowitz e testi di Umberto Fiori.
Chiaramonte è un fotografo di luoghi, ma il suo intento non è quello di documentare. Egli ci riporta una quotidianità semplice creando tensione tra quello che è mostrato ed il vuoto prodotto dall’assenza di un evento centrale. Sotto quel cielo la vicenda umana appare piccola, ma lo sguardo dell’uomo può spingersi oltre quello che è visibile, verso un punto decisivo nello spazio e nel tempo dove incontrare l’infinito.

Scroll to Top