Gabriele Basilico

LE TRÉPORT, MERS LE BAINS, 1985

Gabriele Basilico, scomparso nel 2013, è sinonimo di fotografia di architettura in Italia e nel mondo: laureato in Architettura al Politecnico di Milano, è uno dei maggiori interpreti dello spazio urbano, indagato in tutte le sue sfaccettature. Dopo un esordio fotografico dal risvolto sociale, nel 1984 riceve dalla Francia il primo importante incarico internazionale sul paesaggio contemporaneo. Per la Mission de la DATAR, Gabriele Basilico esplora 400km di costa di Bretagna e Normandia, fotografando in grande formato, con banco ottico 10×12.
Questa fotografia, Le Tréport, Mers Les Bains, del 1985, è parte del celebre libro finale Bord de mer. Con il suo  approccio riflessivo e attento al cambiamento, l’opera rappresenta una lettura approfondita dei luoghi e innova profondamente il genere paesaggistico, tradizionalmente affrontato in modo totalmente tecnico o totalmente artistico. Basilico fonde le due dimensioni, imprime la sua lettura personale del territorio ed eleva la fotografia a unica forma di arte contemporanea in grado di misurarsi con la complessità e la trasformazione d’identità del paesaggio.

Scroll to Top